La ricarica in condominio
Colonnine elettriche di ricarica condominiale: come chiederle

L’auto elettrica, anche grazie alla graduale diminuzione dei costi, si sta sempre più diffondendo. Purtroppo però non tutti abitano in villette singole e così il problema della ricarica, specie per chi vive all’interno di condomini, è piuttosto sentito.

In box privato

Chi è proprietario di un box privato può installare (a proprie spese) la colonnina per la ricarica della sua auto elettrica potendola utilizzare a qualsiasi ora senza doverla condividere con nessuno. In questo specifico caso, non servono particolari autorizzazioni: è sufficiente comunicare l’intenzione di istallare la colonnina nel proprio box all’amministratore di condominio.

In area comune

Gli interessati dovranno chiedere e ricevere l’approvazione dell’assemblea di condominio (con la maggioranza semplice dei voti) e i costi saranno a carico di tutti i condomini che hanno aderito alla richiesta. Se l’assemblea boccia la proposta, il richiedente potrà installare la colonnina di ricarica sostenendone da solo i costi, inclusi quelli per la manutenzione e il ripristino degli spazi dopo i lavori.

Cosa dice la legge?
Come stabilito dal Dlgs 257/2016, è obbligatorio predisporre l’installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici negli edifici di nuova costruzione. L’obbligo si applica agli edifici residenziali di nuova costruzione (oppure oggetto di ristrutturazione profonda) con almeno 10 unità abitative.
Se, trascorsi 3 mesi dalla presentazione della richiesta scritta, l’assemblea non dà il suo assenso, il singolo o il gruppo di condomio può comunque installare i dispositivi. Lo fa a proprie spese. Purché il nuovo impianto non danneggi le parti comuni, non alteri la sicurezza o il decoro dell’edificio e non ostacoli altri comproprietari nell’uso delle parti comuni. In quest’ultimo caso l’area in cui è installato il punto di ricarica non potrebbe essere usata in via esclusiva dai proprietari delle auto elettriche.
Se l’installazione è decisa dall’intero condominio, l’impianto diventa un bene comune condominiale. Diversamente – anche se l’installazione è stata approvata dall’assemblea – i punti di ricarica saranno di proprietà solo dei condomini che abbiano partecipato alle spese di installazione.
Sfrutta gli incentivi!
La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto una detrazione fiscale del 50% delle spese sostenute per chi installa infrastrutture di ricarica elettriche, anche nei condomini.

Domande sulle energie rinnovabili? Vuoi essere contattato per una consulenza gratuita?

Inviando la tua richiesta tramite il form sottostante e verrai ricontattato da un incaricato entro 24 ore. Se preferisci contattaci telefonicamente allo +39 02 4531447.

Element Energia collabora con

    Dettagli impianto
    Preferenza di contatto



    it_ITItalian