CASO STUDIO: impianto fotovoltaico Chiesa Evangelica

Verso la fine del 2021 abbiamo realizzato un impianto fotovoltaico ad uso della Chiesa Evangelica, in provincia di Milano. L’ente aveva come obiettivo quello di far fronte ai consumi elettrici derivanti dall’utilizzo da parte della struttura di numerosi climatizzatori in pompa di calore per il riscaldamento e raffrescamento di ambienti molto ampi. La scelta del cliente è stata mossa anche dalla volontà di realizzare un impianto per la produzione di energia sostenibile.

La difficoltà tecnica in questo nostro lavoro è stata la seguente:  l’edificio è diviso in due corpi separati e, ciascuno, costituito da un tetto differente. Di conseguenza, abbiamo dovuto studiare due soluzioni differenti in base alle tipologie di tetto. 

LE DUE STRUTTURE

 Parlando della struttura, anzitutto occorre precisare che il primo tetto è una classica copertura a due falde con tegole e travetti. Di conseguenza, abbiamo scelto un sistema standard con staffe e barre. L’edificio in questione ha un orientamento di tipo est-ovest, perciò abbiamo distribuito i pannelli equamente su entrambe le falde per massimizzare l’irraggiamento giornaliero. 

Il secondo fabbricato, invece, presenta un tetto in lamiera grecata orientato a sud. Abbiamo utilizzato delle specifiche barre da 6,30 metri prodotte per fissarsi direttamente sulla lamiera grecata, tramite l’utilizzo di rivetti. 

 

PANNELLI Q CELLS

Inizialmente abbiamo determinato la potenza dell’impianto partendo dal consumo energetico del committente, all’incirca 38.000 KWh con un contatore di prelievo da 33kW. Dunque, abbiamo installato 110 pannelli fotovoltaici Q CELLS Q.PEAK DUO ML-G9 da 385Wp, raggiungendo una potenza di picco di 42,35 kWp. I vantaggi di questo modello di pannelli sono molteplici, infatti, aumenta l’efficienza del modulo fino al 21% circa e i rendimenti sono ottimali in ogni condizione atmosferica. Inoltre, sono previsti 12 anni di garanzia sul prodotto.

 

 

Ad ogni pannello è abbinato un ottimizzatore di potenza Solaredge. Questo componente permette l’inseguimento del punto di massima potenza (MPPT) e comunica al sistema di monitoraggio tutte le informazioni salienti di ciascun pannello. Così sarà possibile fare un’analisi delle prestazioni e rilevare, in tempo reale, eventuali guasti. Inoltre l’utilizzo degli Ottimizzatori di potenza in questo caso era praticamente obbligato dalla presenza di diverse fonti di ombreggiamento sulla copertura in lamiera grecata.

INVERTER TRIFASE SOLAREDGE

Per la conversione della corrente abbiamo optato per  l’inverter SolarEdge SE33.3K. Questo dispositivo trifase unisce un’avanzata tecnologia di controllo digitale con un’efficiente sistema  di conversione della potenza e un’affidabilità senza precedenti. La tecnologia a tensione fissa garantisce all’inverter solare di funzionare sempre alla tensione di ingresso ottimale.

 Esso inoltre incorpora le protezioni della corrente continua, permettendo così di risparmiare costi e tempo di installazione su parte degli interruttori previsti dalla normativa. 

CONSULENZA POST INSTALLAZIONE

ll nostro servizio non comprende solamente la fornitura e l’installazione dei materiali, ma anche la gestione degli adempimenti burocratici. Nello specifico, l’impianto in questione ha una potenza superiore ai 20kW, quindi sono previste ulteriori pratiche. Per esempio, bisogna ottenere la licenza di officina elettrica dall’Agenzia delle Dogane. Il vantaggio del cliente è che sarà seguito in ogni fase del progetto dalla nostra azienda, quale unico interlocutore.

RICHIEDI UN PREVENTIVO GRATUITO E SENZA IMPEGNO

 

 
 
it_ITItalian