Pannelli solari a Milano: funzionano e fanno risparmiare

PROGETTO IDEE GREEN

Circa un anno fa siamo stati contattati dagli amici di IDEE GREEN, un importante sito di divulgazione Green, che ci hanno proposto di realizzare un progetto a fonti rinnovabili sulla loro sede a Milano. L’iniziativa però era volta anche alla divulgazione dei benefici e del funzionamento di un impianto solare fotovoltaico con le migliori tecnologie oggi presenti. Abbiamo accettato subito questa bella sfida e abbiamo studiato la fattibilità del progetto. Ora con l’impianto realizzato è stato pubblicato il primo articolo di presentazione del progetto sul sito www.ideegreen.it . Inoltre in queste ora il nostro progetto sta avendo molta visibilità ed è stato anche citato da un altro sito di divulgazione GREEN, www.nonsprecare.it.

pannelli solari a Milano si stanno diffondendo sempre più perché grazie alle nuove tecnologie e all’aumento delle giornate di sole funzionano in modo efficiente, consentendo interessanti risparmi sulla bolletta dell’energia elettrica.

Inoltre i costi di un impianto efficiente sono sempre più contenuti rispetto alla resa e affidandosi a un installatore professionale avrete la garanzia di effettuare un buon investimento oltre a compiere una scelta etica.

In questo articolo vi racconterò l’esperienza della nostra IdeeGreen Srl Società Benefit e i risultati conseguiti grazie all’installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto della nostra sede, che poi corrisponde con la mia abitazione personale.

Per la scelta della tecnologia, per la configurazione dell’impianto e per l’esecuzione di tutti i lavori ci siamo affidati a Element Energia, una società italiana con sede a Milano con un’esperienza decennale nel campo delle energie rinnovabili e oltre 200 installazioni di impianti basati su fonti rinnovabili completate con successo

Pannelli solari: che cosa sono e caratteristiche

Partiamo dalle basi: cosa sono i pannelli solari. I pannelli solari sono congegni tecnologici in grado di sfruttare i raggi solari per produrre energia elettrica o per riscaldare l’acqua.

A questo riguardo è importante distinguere tra pannelli solari fotovoltaici e pannelli solari termici.

pannelli solari sfruttano le celle fotovoltaiche presenti sulla loro superficie per catturare le radiazioni solari trasformandole in elettricità.

Il termine fotovoltaico indica la capacità di trasformare i fotoni (le particelle di luce) in potenziale elettrico, espresso in volt, sfruttando la capacità di un elemento semiconduttore (nella maggior parte dei casi il silicio):

Grazie all’effetto fotovoltaico, i fotoni (gli “atomi” della luce, se li vogliamo chiamare così) colpiscono la superficie del silicio, liberano gli atomi di conduzione che generano un flusso corrente elettrica continua.

pannelli solari termici sono dispositivi che servono per convertire il calore generato dai raggi solari in energia termica da utilizzare per la produzione di acqua calda sanitaria.

Il nome corretto da utilizzare per il pannello solare termico sarebbe collettore solare, in quanto prevede di convogliare l’energia prodotta verso un accumulatore termico così da conservarla per l’utilizzo in un momento successivo.

Impianto fotovoltaico: di cosa si tratta

Un impianto fotovoltaico non è costituito solo dai pannelli solari fotovoltaici ma comprende altri componenti:

  • L’inverter, un dispositivo capace di convertire l’energia elettrica a bassa tensione di tipo continuo prodotta dalle celle fotovoltaiche in corrente alternata a 220 volt.
  • un contatore di produzione incaricato di calcolare l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici
  • un contatore chiamato di scambio che, oltre a contabilizzare l’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici, misura anche l’energia immessa nella rete (e quindi non autoconsumata) e i consumi di energia elettrica effettuati dall’utente. Questo contatore è quello che corrisponde a quello già presente
  • interruttori di vario tipo a protezione dell’impianto elettrico da cortocircuiti e sovratensioni
  • sottostruttura che varia a seconda della copertura o del tetto che ospita l’impianto. Può essere in alluminio/acciaio o composta da zavorre di cemento in caso di tetti “piani”.

L’impianto di pannelli solari della IdeeGreen S.r.l. Società Benefit

Come anticipato all’inizio di questo articolo, per la realizzazione dell’impianto di pannelli solari sul tetto della sede sociale della nostra IdeeGreen S.r.l. Società Benefit ci siamo affidati alla società Element Energia, che ci ha consigliato un impianto da 6 Kw composto da 16 pannelli solari.

pannelli solari utilizzati sono la serie REC Alpha, prodotta da Rec Group, azienda internazionale con esperienza decennale nel settore fotovoltaico.

Questi pannelli si configurano come i pannelli a 60 celle più potenti a affidabili al mondo, con una garanzia di 25 anni.

L’alta densità di potenza massimizza la produzione di energia da superfici limitate fino a generare 217W/mq. In media questo pannello solare è capace di generare oltre il 20% di energia in più rispetto ai pannelli tradizionali.

Le celle a eterocongiunzione utilizzate coniugano il meglio della tecnologia in silicio cristallino con quello della tecnologia e film sottile. Le connessioni tra le celle eliminano il processo di saldatura invasivo riducendo lo stress termico e favorendo una lunga durata.

Si tratta anche di pannelli solari che presentano un contenuto di piombo dell’81% inferiore alla media e che vengono prodotto in impianti ad alta efficienza energetica con l’obiettivo di minimizzare la carbon footprint.

Tutte queste caratteristiche permettono quindi di installare un impianto che a parità di superficie garantisce 1 Kw addizionale di potenza rispetto a quanto offerto dai pannelli solari tradizionali. Questa tipologia di moduli fotovoltaici che si caratterizza appunto per una potenza molto alta fa parte della classe di “ALTA EFFICIENZA” dei moduli fotovoltaici presenti sul mercato.

Il meccanismo di ancoraggio dei pannelli solari al tetto è un altro elemento di fondamentale importanza ed è stato realizzato con la tecnologia brevettata Sunballast, particolarmente indicata per l’installazione di moduli fotovoltaici su una copertura piana, come nel caso del tetto della nostra società.

L’installazione dei pannelli solari con un’inclinazione parallela rispetto al tetto espone l’impianto a una minor tensione nel caso di forti venti e permette di intercettare i raggi del sole per una porzione più rilevante del giorno.

L’ultimo importante componente del nostro impianto riguarda l’inverter: è il software di gestione dell’impianto per cui è stata scelta la tecnologia di SolarEdge, che offre una App completa e molto intuitiva per monitorare costantemente la perfetta efficienza dell’impianto.

L’App SolarEdge permette di tenere sotto controllo dal proprio Smartphone tutto l’impianto di pannelli solari, visualizzando in tempo reale la resa e la ripartizione tra energia prodotta, destinata all’autoconsumo o re-immessa in rete in quanto eccedente il fabbisogno.

Nel grafico che segue potete vedere una schermata tratta dall’App Solar Edge che tramite un istogramma molto intuitivo mostra per ogni giorno dell’ultimo mese l’energia prodotta, quella destinata all’autoconsumo e il consumo totale.

In questo modo potrete vedere immediatamente se in un determinato giorno avete prodotto più di quanto avete consumato e in quale proporzione.

Nel caso la produzione sia stata inferiore al consumo avrete comunque risparmiato per tutto il valore dell’autoconsumo, oltre a ricevere un rimborso a fine anno per la parte di energia immessa in rete nei momenti in cui la produzione ha superato il consumo.

L’App di SolarEdge mette a disposizione molte altre informazioni, tra cui quelle sulla produzione di ogni singolo pannello solare che compone l’impianto, così da poter intervenire puntualmente e prontamente in caso di problemi. Questo grazie alla presenza di “ottimizzatori di potenza” su ogni modulo fotovoltaico che oltre a permettere il monitoraggio su ogni singolo modulo, consentono di ridurre l’effetto ombreggiamento. In un impianto fotovoltaico tradizionale infatti, se anche un solo pannello non produce quanto dovuto, tutto l’impianto fotovoltaico ne risente. A differenza dei sistemi tradizionali, il sistema SolarEdge permette di massimizzare l’energia prodotta da ogni pannello, eliminando le perdite di energia dovute a sporcizia, foglie, ombreggiamenti o altri fattori. Più energia = maggior risparmio sulla bolletta dell’energia elettrica.

E’ poi fonte di soddisfazione vedere sempre aggiornato il “beneficio ambientale” che ha assicurato l’impianto dal momento dell’installazione.

Nel nostro caso in circa 2 mesi, grazie al nostro impianto di pannelli solari, abbiamo prodotto 1.420 kWh evitando emissioni per 555,19 kg di CO2, il che equivale ad aver piantato 16,57 alberi.

Qui di seguito una schermata del box “benefici ambientali” accessibile dall’App SolarEdge (o da computer desktop o notebook dal sito ufficiale SolarEdge)

Quanto tempo è necessario per eseguire l’installazione dei pannelli solari

L’installazione dell’impianto di pannelli solari da parte della Element Energia ha richiesto solo 3 giorni: una giornata di sopralluogo, necessaria a preparare il progetto, e due giorni per installare e configurare l’impianto.

Abbiamo poi dovuto attendere i tempi tecnici necessari al collegamento del nostro impianto alla rete elettrica per poter cedere al gestore l’eccedenza di energia prodotta rispetto ai nostri consumi.

In questo video girato dagli amici della Element Energia potrete vedere alcune delle fasi di installazione dell’impianto sul nostro tetto.

Quanto spazio occupa un impianto da 6 KW o da 3 WK

Una delle domande che molto spesso si pongono i possibili acquirenti di un impianto fotovoltaico è relativa allo spazio occupato sul tetto. La valutazione dello spazio occupato dai pannelli è uno dei punti fondamentali dello studio preliminare che anticipa la realizzazione dell’impianto stesso. lo spazio deve essere rapportato compatibilmente alla potenza totale d’impianto richiesta per soddisfare il fabbisogno di energia elettrica. Ovviamente, più sarà alta la potenza e maggiore sarà lo spazio occupato dai pannelli solari.

Generalmente i pannelli standard hanno delle dimensioni di circa 1 metro di larghezza per 1 metro e 60 cm di lunghezza, e possono essere montati sia orizzontalmente che verticalmente. Prendendo in considerazione i moduli REC Alpha da 365 Wp, che sono stati utilizzati per l’installazione dell’impianto di IdeeGreen, con 16 pannelli solari abbiamo raggiunto quasi 6 kW di potenzaL’impianto a tetto occupa quindi un’area di 26 metri quadri. Questa misura, considerando un impianto di 6 kW di potenza, può variare in base alla potenza stessa di ciascun modulo.

Ipotizzando di utilizzare gli stessi pannelli solari per la realizzazione di un impianto più piccolo, da circa 3 kW, è facile calcolare quindi quanto spazio occuperà il nostro impianto. L’installazione impiegherebbe 8 pannelli solari per un’area di quasi 13 metri quadri.

Nella migliore delle ipotesi si cerca di realizzare un impianto di forma quadrata o comunque più compatta possibile. Questo però non è sempre possibile perché sulle coperture sono presenti molti ingombri quali: lucernari, camini, comignoli e antenne.

Esposizione ideale dei pannelli solari a Milano

Due fattori che possono variare le prestazioni dei pannelli solari sono l’esposizione e l’inclinazione degli stessi. I pannelli dovrebbero essere installati nella situazione ottimale per catturare le radiazioni solari.

L’esposizione corrisponde all’orientamento dei pannelli e il migliore è sempre quello verso SUD, perché permette di sfruttare per più ore possibili l’irraggiamento solare. Sui tetti a falda inclinata l’esposizione è vincolata dall’orientamento delle falde. Molto spesso ci si trova su tetti a due falde con orientamento EST-OVEST. In questi casi si cerca di distribuire equamente i pannelli su entrambe le falde, così da sfruttare maggiormente al mattino la falda est e nel pomeriggio quella a ovest. L’orientamento da evitare sicuramente è quello a NORD perché non permette una sufficiente irradiazione da parte del sole.

Per quanto riguarda l’inclinazione, ossia l’angolo che il pannello forma con il piano orizzontale, questa varia in relazione alla località in cui ci troviamo.

A Milano per esempio, l’inclinazione ottimale è compresa tra i 30° ed i 35° gradi. Anche qui però l’installazione sarà vincolata all’inclinazione del tetto. Infatti solitamente si tende ad installare i pannelli in modo complanare alla falda, per rispettare i requisiti architettonici normativi.

Ci sono poi i tetti piani che meritano una considerazione aggiuntiva. Esistono infatti delle strutture che permettono di montare i pannelli, creando un angolo di inclinazione, anche sul tetto piano. Questo angolo però di norma non supera i 10°, perché altrimenti il vento potrebbe far ribaltare i pannelli con conseguenze pericolose. La valutazione viene fatta in base al carico del vento rispetto all’altezza dell’immobile; nel caso dell’impianto di Idee Green lo studio del vento ha suggerito un’inclinazione 0’ della struttura.

Quanto fa risparmiare un impianto di pannelli solari a Milano e come funziona lo scambio di energia elettrica con la rete pubblica

L’energia prodotta dai pannelli solari che non viene consumata direttamente dalle utenze domestiche, viene immessa nella rete elettrica nazionale e viene valorizzata tramite il meccanismo di Scambio sul posto (SSP). Questo servizio viene erogato dal Gestore dei Servizi Energetici (GSE), un ente che si occupa di garantire lo sviluppo sostenibile e promuovere la diffusione delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica.  Come fa a fare tutto ciò? Tramite una serie di contributi a favore dei produttori green.

Uno di questi è appunto lo Scambio sul Posto, che è a favore dei produttori di energia da impianti fotovoltaici fino a 500 kW. Lo SSP prevede annualmente un confronto tra l’energia immessa in rete dal proprio impianto e quella prelevata dalla rete. Le due partite vengono compensate tra di loro tramite un rimborso. L’utente proprietario di un impianto fotovoltaico connesso alla rete, infatti, continua a pagare la sua bolletta con il fornitore che ha scelto. In particolare pagherà solo l’energia che ha prelevato nei momenti in cui il suo impianto non era in funzione (notte, maltempo, neve) e la pagherà ad un prezzo che sappiamo essere comprensivo del costo puro dell’energia e di tante altre voci, come spese di rete, di contatore, imposte, ecc…

Nessuna variazione si applica al contratto in essere con il proprio fornitore, il rimborso eventualmente spettante viene erogato dal GSE con cui è in essere una convenzione a sé.

La regolazione economica viene effettuata dal GSE in acconto (semestrale o trimestrale) nel corso dell’anno di riferimento e a conguaglio su base annuale solare, nel corso dell’anno successivo.

Quanto costa un impianto di pannelli solari a Milano

Il costo di un progetto fotovoltaico “chiavi in mano” (dalla progettazione alla messa in funzione) varia a seconda dei materiali proposti. Con prodotti di qualità un impianto fotovoltaico può costare intorno ai 1.600 € per ogni kWp installato; quindi un impianto da 3kWp può costare € 4.800 + iva e un impianto da 6kWp 9.600 € + iva.

Gli impianti fotovoltaici beneficiano dell’Iva agevolata al 10% per i privati e della detrazione fiscale al 50% o al 110% se abbinati ad altri interventi detti “trainanti”.

Nel caso di un impianto di 6 kWp installato a Milano, con un’inclinazione e configurazione ottimale, relativo a un’utenza con consumi medi di 6.200 kWh/anno più o meno corrispondenti a 1.500 € di spesa annua, concentrati soprattutto negli orari diurni così da massimizzare i benefici dell’autoconsumo, l’investimento di 9.600 Euro + IVA potrebbe essere ammortizzato in soli 6 anni. Questo grazie alle tre voci di risparmio, che sono l’autoconsumo diretto, lo scambio sul posto e la detrazione fiscale del 50%.

A chi rivolgersi per chiedere un preventivo per il vostro impianto di pannelli solari

La realizzazione di un impianto fotovoltaico è un’attività complessa che richiede esperienza nel settore e competenza. Per questo la cosa migliore è affidarsi a un’azienda specializzata che può seguire tutto il processo, fornendo un servizio chiavi in mano. Il che non comprende la sola installazione dell’impianto, ma prevede un’analisi preliminare volta a determinare il corretto dimensionamento, la fornitura dei migliori componenti e l’elaborazione di tutte le pratiche necessarie per autorizzare e mettere in funzione i pannelli solari.

 

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI